E sono solo un uomo

Io lo so, Signore, che vengo da lontano,

prima del pensiero e poi nella tua mano,

io mi rendo conto che tu sei la mia vita

e non mi sembra vero di pregarti così.

 

“Padre d’ogni uomo” e non ti ho visto mai,

“Spirito di vita” e nacqui da una donna,

“Figlio mio fratello” e sono solo un uomo,

eppure io capisco che tu sei verità.

 

E imparerò a guardare tutto il mondo

con gli occhi trasparenti di un bambino,

e insegnerò a chiamarti “Padre nostro”

ad ogni figlio che diventa uomo. (2 volte)

 

Io lo so, Signore, che tu mi sei vicino,

luce alla mia mente, guida al mio cammino,

mano che sorregge, sguardo che perdona,

e non mi sembra vero che tu esista così.

 

Dove nasce amore Tu sei la sorgente,

dove c’è una croce Tu sei la speranza,

dove il tempo ha fine Tu sei vita eterna:

e so che posso sempre contare su di Te!

 

E accoglierò la vita come un dono,

e avrò il coraggio di morire anch’io,

e incontro a te verrò col mio fratello

che non si sente amato da nessuno. (2 volte)

 

 

Preghiera

O Padre, che hai mandato al mondo il Cristo, vera luce,

effondi lo Spirito Santo,

che sparga il seme della verità nel cuore degli uomini

e li disponga all’obbedienza della fede,

perché tutti i tuoi figli,

rigenerati mediante il Battesimo,

formino l’unico popolo della nuova alleanza.

Per il nostro Signore Gesù Cristo…

 

 

Assemblea parrocchiale

Il tema della seconda assemblea è: Educare alla fede.

Educare alla fede è di vitale importanza per una comunità cristiana. Senza l’annuncio del Vangelo una comunità si appiattisce su quello che ha già acquisito, anzi: regredisce.

 

Questo cammino di conversione pastorale ci darà l’identità di un popolo che sa generare i figli, non un popolo sterile! Se noi come Chiesa non sappiamo generare figli, qualcosa non funziona! La sfida grande della Chiesa oggi è diventare madre: madre! Non una Ong ben organizzata, con tanti piani pastorali… Ne abbiamo bisogno, certo… Ma quello non è l’essenziale, quello è un aiuto. A che cosa? Alla maternità della Chiesa. Se la Chiesa non è madre, è brutto dire che diventa una zitella, ma diventa una zitella! E’ così: non è feconda. Non solo fa figli la Chiesa, la sua identità è fare figli, cioè evangelizzare, come dice Paolo VI nell’Evangelii nuntiandi. L’identità della Chiesa è questa: evangelizzare, cioè fare figli…  Ma per questo la Chiesa deve fare qualcosa, deve cambiare, deve convertirsi per diventare madre. Deve essere feconda! La fecondità è la grazia che noi oggi dobbiamo chiedere allo Spirito Santo, perché possiamo andare avanti nella nostra conversione pastorale e missionaria. Non si tratta, non è questione di andare a cercare proseliti, no, no! Andare a suonare al citofono: “Lei vuol venire a questa associazione che si chiama Chiesa cattolica?…”. Bisogna fare la scheda, un socio di più… La Chiesa – ci ha detto Benedetto XVI – non cresce per proselitismo, cresce per attrazione, per attrazione materna, per questo offrire maternità; cresce per tenerezza, per la maternità, per la testimonianza che genera sempre più figli. E’ un po’ invecchiata la nostra Madre Chiesa… Non dobbiamo parlare della “nonna” Chiesa, ma è un po’ invecchiata…. Dobbiamo ringiovanirla! Dobbiamo ringiovanirla, ma non portandola dal medico che fa la cosmesi, no! Questo non è il vero ringiovanimento della Chiesa, questo non va. La Chiesa diventa più giovane quando è capace di generare più figli; diventa più giovane quanto più diventa madre. Questa è la nostra madre, la Chiesa; e il nostro amore di figli. Essere nella Chiesa è essere a casa, con mamma; a casa di mamma. Questa è la grandezza della rivelazione (Papa Francesco).

 

 

 

Video

 

Spunti per la riflessione

La vocazione del catechista è testimoniare la fede con la vita, spiegare il Vangelo con la vita.

Per rispondere alla chiamata del Signore il catechista deve ripartire da Cristo.

Ripartire da Cristo vuol dire:

-trovare il tempo per stare con Lui;

-lasciarsi prendere e donare agli altri;

-seguirlo nelle periferie, vincendo la paura di lasciare le nostre comodità.

 

 

Condivisione

-Chi educa alla fede oggi?

-In che modo la comunità cristiana educa alla fede?

-Di quale catechista ha bisogno la comunità cristiana?

© 2018-2019 Parrochia Maria SS. Assunta - Vernole
Seguici su Facebook: